Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramassicurativo.ania.it/?idcnt=40060)
ISLANDA: DATI 2017. LA GESTIONE TECNICA “SALVA” LA REDDITIVITÀ DELLE COMPAGNIE
FME – FINANCIAL SUPERVISORY AUTHORITY ICELAND - https://en.fme.is/
Analisi dei mercati

 

L’ultimo rapporto annuale dell’Autorità di vigilanza finanziaria islandese (FME) presenta alcuni dati relativi all’andamento del settore assicurativo nel 2017(1).

La raccolta premi è aumentata del 9% nell’anno, mentre i costi operativi hanno registrato un incremento nell’ordine del 5%.

Il business ha visto confermata la prevalenza della componente danni, con il  comparto vita che ha mantenuto un peso minore.

Uno degli elementi che ha caratterizzato l’esercizio è stata la flessione nella redditività finanziaria, che è stata però più che compensata da una migliore performance della gestione tecnica. Ne è dimostrazione il fatto che il combined ratio complessivo del settore si è attestato al 96%, in miglioramento di 3 punti rispetto all’esercizio precedente, con l’indice al 96% per il danni e al 65% per il vita.

Il totale degli attivi a fine esercizio è risultato in aumento di oltre il 4%, per un valore complessivo di 144 miliardi di corone (1,1 miliardi di euro). Oltre il 30% del totale è investito in obbligazioni, mentre la quota in azioni è rimasta ancorata alla soglia del 18% (cui va aggiunto il 7% in partecipazioni). La quota investita in fondi comuni era del 14%.

A fine esercizio risultavano in attività 11 compagnie, di cui 4 vita, 4 danni, 2 riassicuratrici e una specializzata nelle coperture di rischi da calamità naturali.

__________________

(1) Per l’esercizio precedente, si veda: “Islanda: il settore assicurativo nel 2016. Report della vigilanza (FME)”, in Panorama assicurativo n.169, novembre 2017 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=39123&est=1